Indietro

Sperimentazione in condomini ITEA

Immagine
news
20 aprile 2016
Abito nei condomini ITEA

Al via il progetto "Abito" nei complessi Itea: un'opportunità per vivere meglio collaborando e risparmiando

Trento, 20.04.2016 – è stato presentato questa mattina il progetto "Abito: il risparmio su misura" che, in via sperimentale, prenderà il via in alcuni complessi di edilizia pubblica selezionati da Itea Spa. 

Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte il presidente, Salvatore Ghirardini, la vicepresidente, Michela Chiogna, il dirigente, Silvano Librera e Laura Gianni di Itea Spa, i soci fondatori, Francesco Minora, Tania Giovannini di Community Building Solutions srl e Stefano Petrolini della cooperativa Kaleidoscopio.

Itea Spa ha aderito al progetto "Abito", patrocinato dalla Provincia autonoma di Trento, con l'obiettivo di consentire ai propri utenti di cogliere l'opportunità di conoscere un sistema integrato di servizi all'abitare che permette di valorizzare il capitale relazionale ed economico dei complessi residenziali e di ottenere vantaggi dalla collaborazione reciproca, producendo benessere abitativo oltre ad un risparmio economico.

"La riorganizzazione di Itea Spa prevede anche questo: attivare iniziative che riteniamo interessanti e che in qualche modo possano andare incontro ai bisogni della nostra utenza". – queste le parole di apertura della conferenza stampa di questa mattina del presidente Itea Spa, Salvatore Ghirardini – "Stiamo promuovendo questo progetto di innovazione sociale presso i nostri stabili perché ne condividiamo le finalità e crediamo che sia importante, in un momento delicato come questo in cui gli effetti della crisi economica incidono sul bilancio delle famiglie, offrire a costo zero dei servizi all'abitare che non solo consentono di risparmiare sulle spese quotidiane ma aiutano a creare una rete di relazioni indispensabile per vivere meglio all'interno del condominio"

Con l'adesione di Itea Spa al progetto, nei condomini pilota selezionati sarà possibile promuovere azioni di contenimento della spesa associata alla casa che non interesseranno però le spese condominiali rendicontate da Itea Spa e, al tempo stesso, trasformare i problemi della convivenza condominiale in una risorsa, creando coesione sociale e risparmio sulle spese. 

Tre sono i complessi Itea che per primi sperimenteranno i vantaggi e le opportunità di questa collaborazione. Ieri pomeriggio gli abitanti del complesso residenziale di via Gramsci a Trento hanno preso parte al primo incontro informativo promosso da Itea Spa, nel corso del quale i responsabili di Abito hanno illustrato le finalità del progetto e mostrato gli strumenti, molto apprezzati dai presenti, che saranno messi loro a disposizione per dar vita ad un nuovo modo di abitare sostenibile e collaborativo. I prossimi incontri interesseranno gli edifici selezionati a Meano e Rovereto.

"Il nostro ruolo sarà quello di intervistare, attraverso questionari ed incontri, le singole famiglie che vivono negli stabili selezionati da Itea spa e raccogliere dati su costi, bisogni e abitudini delle singole unità abitative (ad es. abitudini di spesa, costo energia elettrica, utilizzo babysitter…) – spiega Francesco Minora, socio fondatore di CBS Srl – A partire dall'analisi aggregata dei consumi che otterremo ci attiveremo per andare alla ricerca di convenzioni con fornitori per fare economia di scala e, allo stesso tempo, per creare una rete di relazioni e collaborazioni tra i condomini".

Abito supporta, infatti, gli abitanti a organizzarsi come gruppi fruitori di servizi residenziali e utilizzatori di beni di uso comune, incentivando e facilitando economie di scala nell'acquisto e scambio di oggetti. Il progetto offre una piattaforma informatica dove trovare tutte le informazioni sul condominio, conoscere la spesa individuale e collettiva, aderire a convenzioni, condividere oggetti e servizi, comunicare con i propri vicini.